La visita dietologica consiste in una valutazione nutrizionale della persona per diagnosticare lo stato di salute e impostare la terapia adatta per raggiungere il suo percorso di cambiamento e correggere eventuali quadri metabolici errati.

Nel caso di sovrappeso ed obesità, l’obiettivo finale è quello di abbattere il rischio cardiovascolare e metabolico. La valutazione nutrizionale consente di fornire delle indicazioni dietetiche specifiche per patologia, facendo attenzione all’incidenza di patologie associate come l’ipertensione, il diabete, l’insufficienza epatica e quella renale.

Come medico dietologo mi occupo non solo di alimentazione legata al dimagrimento, ma anche di quella associata al mondo del bambino, dell’adolescenza, degli anziani e della gravidanza attraverso dei percorsi alimentari basati sulla dieta mediterranea e su un concetto fondamentale per il quale il cibo non è solo nutrimento ma anche cura e amore di sé e dell’altro.

Bisogna, quindi, diventare consapevoli di quello che si mangia e riuscire a gestire i comportamenti scorretti legati all’alimentazione, modificando stabilmente il proprio regime alimentare e acquisendo nuove abitudini che facciano completare il proprio percorso di cambiamento.

I percorsi alimentari si basano su una prima visita durante la quale si attua la “fotografia” dello stato di salute del paziente e della sua forma fisica e si analizzano le motivazioni profonde che hanno spinto il paziente a compiere il primo passo del suo percorso di cambiamento. Il nuovo regime alimentare sarà realizzato su misura in base alle esigenze della persona e si attueranno delle visite di controllo settimanali per valutare lo stato di avanzamento del percorso.

Su richiesta specifica si stilano programmi alimentari anche vegano, vegetariano con l’utilizzo della Dietetica orientale integrata.